Utente
Password
07 giu 2014
ASSEMBLEA DEI SOCI -
L’evento avrà luogo sabato 07 Giugno 2014 dalle ore 9.00 alle 13.00 Aula Arancio dell'ospedale San Luigi Gonzaga di Orbassano (TO)


16 nov 2011
Niente fecondazione assistita per portatori di malattie genetiche Le nuove linee guida del Ministero della Salute sulla legge 40


19 Mar 2011
Talassemia, parte dal Cardarelli di Napoli ‘una scelta di vita’ DVD per la Talassemia


15 Marzo 2011
TRIAL MULTICENTRICO RANDOMIZZATO SEQUENZIALE DEFERASIROX-DEFERIPRONE VERSUS DEFERASIROX O DEFERIPRONE


11 -14 mag 2011
12° Conferenza Internazionale sulle Talassemie ed Emoglobinopatie TIFF - Antalya - Turkey


29 ott 2010
Articolo riassuntivo del convegno di Taranto, importanti le novità sulla terapia genica


22 Apr 2008
Per la prima volta un paziente con una grave forma di beta-talassemia vive senza trasfusioni....


2 Ago 2009
Beta talassemia, la task-force made Unife: Su quali basi poggia il progetto coordinato dal professor Gambari, destinatario di nuovi fondi stanziati da Telethon


8 mag 10
Giornata della Talassemia e Drepanocitosi 8 maggio, Auditorium della Regione Emilia Romagna (viale Aldo Moro 18 a Bologna), incontro di formazione e informazione sulla cura della talassemia e drepanocitosi.


26 mar 10
L'ASSOCIAZIONE TALASSEMICI DI TORINO ACCREDITATA DA PAYPAL
Da oggi, fai la tua donazione di qualsiasi importo in totale sicurezza attraverso Paypal
Grazie per il tuo contributo.


9 feb 10
E' online la pagina facebook dell'Associazione. Cosa aspetti a diventare fan? Novità e aggiornamenti costanti.


Scrivi qui
Invia 
Regole Mailing List 
Ultimo Messaggio
COMUNICAZIONE STRAORDINARIA
Gentili pazienti, soci ed amici, nel recepire la comu...
del 10/9/2013
RACCOLTE FONDI     
CONTATTACI      
 SCRIVI SUL FORUM TALASSEMIA
Segnala questo sito ad un amico  
Aggiungi questo sito ai tuoi preferiti 
Thalassemia International Federation
Google

Scarica Adobe Acrobat
Segui Talassemici Torino su Twitter  
Gio, 27 Novembre 2014 
ALIMENTAZIONE
Per un individuo talassemico un regime alimentare adeguato è molto importante.
A causa delle frequenti trasfusioni di sangue, il ferro viene assorbito in quantità molto alte dall'organismo, mentre una parte minore viene assorbita dai cibi.
Risulta quindi fondamentale seguire un'alimentazione corretta, conoscendo i cibi che contengono più ferro rispetto ad altri.
Inoltre, si assorbe in quantità diverse a seconda del livello di emoglobina. Infatti al di sopra di 10 mg di emoglobina, la quantità di ferro assorbita è molto bassa, mentre al di sotto di questo livello l'assorbimento è maggiore.

Cibi che contengono ferro
Il ferro è presente nelle carni rosse, quali manzo, maiale, agnello. E' presente anche nel pesce (sardine, frutti di mare...).
Questi sono tutti alimenti ricchissimi di ferro, ma sarebbe un errore escluderli completamente dall'alimentazione, in quanto contengono anche altre sostanze importanti per l'organismo, soprattutto per i bambini.

Si calcola che in media venga assorbito il 35% di ferro quando si ingeriscono gli alimenti sopra descritti. La percentuale diminuisce quando a questi alimenti si aggiungono latte e/o prodotti derivanti dal latte. Infatti il calcio presente nel latte, yogurt, formaggi, ecc..., diminuisce l'assorbimento del ferro ed è utile per prevenire l'osteoporosi.

Il ferro è anche presente nell'uovo, cereali, vegetali, patate, fagioli, lenticchie, frutta, cioccolato.
L'assorbimento del ferro nell'organismo mangiando questi alimenti è molto più basso rispetto alle carni e agli alimenti esposti in precedenza. Inoltre varia a seconda della composizione dei pasti.

La vitamina C aumenta l'assorbimento del ferro negli alimenti in cui è contenuta (frutta, succhi di frutta e vegetali). Sarebbe meglio, dato che la vitamina C ha una funzione antiossidante importantissima per l'organismo, bere succhi di frutta lontano dai pasti, di modo che la vitamina C non aiuti ad assorbire una maggiore quantità di ferro contenuta negli altri alimenti che si ingeriscono durante i pasti.
Tuttavia, se un paziente è in trattamento ferrochelante con Desferal, dopo l'infusione assumere vitamina C aiuta a scaricare più ferro.

Anche altri alimenti, quali sottaceti, crauti, cipolle marinate, rape, carote e i prodotti fermetati della soia (es. salsa di soia), gli alcolici, in particolare la birra (è consigliabile berla lontano dai pasti) aumentano l'assorbimento del ferro.

Cibi che diminuiscono l'assorbimento del ferro
I cereali quali il frumento, mais, avena, riso e soia, diminuiscono l'assorbimento del ferro nell'organismo e combattono gli effetti della vitamina C, che, come esposto in precedenza, incrementa l'assorbimento del ferro. Alcuni tipi di cereali, invece, dovrebbero essere usati con moderazione, come il malto, creme di grano, cereali come All Bran, Cornflakes, perchè contengono molto ferro.

In particolare il tè, caffè, latte e alcune spezie (es. origano) diminuiscono l'assorbimento del ferro.
L'ideale sarebbe bere quotidianamente, soprattutto durante i pasti, tè (senza aggiunta di limone) con latte.

In generale, una dieta a basso contenuto di ferro comprende cereali (mais, farina), fagioli, radici vegetali, mentre in quantità minori carne, pesce e cibi ricchi di vitamina C.
Inoltre si consiglia di non cucinare con pentolame in ghisa, in quanto potrebbero rilasciare del ferro nei cibi durante la cottura.
Inizio pagina
Pubblicato il: 13/08/2004  | Ass. Talassemici Torino © 2004 -

PER I PIU' PICCOLI
Ecco in un estratto in formato di file presentazione una delle piccole storie a fumetti sul tema pubblicate in un opuscolo del 1991 "Perche vieni in ospedale" creato per il Centro Microcitemia dell'ospedale Regina Margherita di Torino per spiegare ai più piccoli la Talassemia.

Il ferro e l'alimentazione
PER APPROFONDIRE
Il ferro è fondamentale per il nostro organismo: entra nella costituzione delle sostanze che trasportano l’ossigeno nel sangue e nei diversi tessuti e di diversi enzimi. È importante quindi assumerlo in giusta quantità con la dieta, in particolar modo per i soggetti talassemici
Gli alimenti possono contenere ferro in due forme: eme (o ferro bivalente) e noneme (o ferro trivalente). Il ferro eme, contenuto in carne e pesce, viene assorbito circa per il 25%, indipendentemente dall’azione di altre sostanze.
Quello non eme, contenuto in molte verdure, legumi, cereali, frutta, è molto meno assimilato dal nostro organismo: solo tra il 2 e il 13%, a seconda di come è composta la nostra dieta. Alcune sostanze presenti nei vegetali, infatti, sono in grado di ostacolare l’assorbimento del ferro noneme: è il caso dei fitati (contenuti soprattutto in cereali, frutta secca e legumi) e i polifenoli (come i tannini presenti nel tè, nel caffè e nel vino).
Molti altri composti possono però potenziare l’assorbimento del ferro non eme, per esempio la vitamina C può moltiplicare fino a sette volte la sua assimilazione, così come altre sostanze contenute in carne, pesce, latte o uova.
La cisteina, presente anche nel latte e nell’albume d’uovo, è in grado di raddoppiare o triplicare la quantità assimilata di ferro non eme di verdure e legumi. Più semplicemente, se si accompagnano i fagiolini o l’insalata con un uovo si assorbe più ferro che mangiando i cibi separatamente.

Cos' è il ferro http://www.albanesi.it/alimentazione/ferro.htm

La tabella nutrizionale del ferro negli alimenti tabellanutrferro.pdf
La tabella nutrizionale della vitamina C negli alimenti tabellanutrvitC.pdf

NEWS
ATDL.it: Il resoconto di uno studio greco sugli Antiossidanti nella Talassemia
Diet for Thalassaemia Useful indications for a correct diet (eng) http://www.ethal.org.my/articles/diet1.html